GLUCOLO integratore anti diabete

->Home Page Anagen.net ->Salute generale
 
->Ordina questo prodotto - Modulo protetto di ordinazione online

I prodotti descritti non sostituiscono le terapie mediche, ma ne rappresentano un utile complemento alimentare che favorisce il ripristino delle condizioni fisiologiche dell'organismo.

Glucolo è un integratore studiato per combattere il diabete e normalizzare i livelli di glucosio.

E' un prodotto Naturomeds ditta selezionata per la qualità delle formulazioni. E' un prodotto a base di ingredienti naturali e studiato per essere efficace.

   


La ditta produttrice afferma che il prodotto può aiutare nel controllo dei livelli di zucchero nel sangue, agisce contro il diabete di tipo 2, incrementa l'utilizzazione del glucosio e inibisce l'assorbimento del glucosio, ha azione anti ossidante.

Il prodotto è al 100 % naturale a base di erbe.

INGREDIENTI DI GLUCOLO

La Gymnema sylvestre è una pianta rampicante di grandi dimensioni appartenente alla famiglia delle Asclepiadaceae (Apocynaceae secondo la classificazione APG), diffusa nelle zone tropicali di Africa, Asia e Australia.

È da tempo impiegata nella medicina cinese e ayurvedica, ma per le sue proprietà ipoglicemizzanti è da poco conosciuta e impiegata anche in occidente, dopo che la "medicina ufficiale" ha valutato che interviene sull'assorbimento del glucosio a livello intestinale.

Il principio attivo più noto (acido gimnemico) viene estratto dalle foglie.

L' azione dell'acido gimnemico pare si esplichi a 2 livelli nel nostro organismo:

- a livello dell'intestino, dove viene bloccato reversibilmente il recettore per il glucosio, riducendo l'assorbimento degli zuccheri per il 50%. Il blocco si instaura già dopo 60 minuti dalla somministrazione.

- a livello delle papille gustative, dove si ha l'effetto anti-dolce cioè si altera la percezione del sapore dolce, senza modificare quella del salato e dell'amaro.

Secondo alcuni la Gymnema può essere impiegata in alternativa agli ipoglicemizzanti orali.

L'impiego contemporaneo non è consigliato o comunque conviene stati attenti al loro dosaggio, perché potrebbero, in associazione, provocare ipoglicemia.

La Gymnema sylvestre è stata con successo utilizzata come coadiuvante nelle diete finalizzate alla perdita di peso, talvolta associata anche a Garcinia cambogia.

L'Enicostemma littorale mantiene l'equilibrio del glucosio nel sangue, migliora il rilascio dell'insulina, ha azione antiossidante e ipolipidemizzante.

Numerosi sono gli studi scientifici riguardanti l'Eniconstemma littorale.

Lo Pterocarpus marsupium ha una lunga storia di impiego in India per il trattamento del diabete.

L'(-)-epicatechina, il flavonoide estratto dalla corteccia di questa pianta previene il danno delle cellule beta nei ratti.

Inoltre, sia l'epicatechina, sia l'estratto alcolico grezzo di Pterocarpus marsupium migliora la funzionalità delle cellule beta in animali diabetici (28,29).

L'epicatechina si trova anche nel thè verde (Camelia sinensis).

Lo Syzygium cummini è ipoglicemico, ipolipidemizzante e può aiutare nella rigenerazione delle beta-cells del pancreas.

L'Emblica officinale in sanscrito è chiamata Amalaki ed entra nella composizione del famosissimo Triphala.

Questa miscela è un eccellente preparato per l’intestino, è considerata un rasayana e si presta sia per uso interno che esterno.

Questa pianta è anche alla base della più famosa miscela ayurvedica, la Chavanprash, considerata in grado di invertire il processo di invecchiamento.

In Sanscrito Emblica ha vari sinonimi: nutrice, madre, forte, vigoroso, essere nel fiore della vita, frutto dell'immortalità, puro, pulito, di sapore acido.

E' sicuramente la più comune tra le piante medicinali dell'Ayurveda e moltissime sono le preparazioni che la contengono.

Nella tradizione indiana si crede che sia l'albero comparso per primo nell'universo.

Persino i templi e i gioielli vengono spesso decorati con raffigurazioni stilizzate del frutto.

I frutti dell'emblica sono considerati dei rasayana e vengono utilizzati in moltissimi preparati da migliaia di anni per una serie estremamente ampia di malattie.

In particolare i campi di applicazione tradizionali più utilizzati e sperimentati sono quelli delle patologie tumorali, delle patologie cardiache e vascolari, dei disturbi epatici e pancreatici, delle infezioni polmonari.

L’Emblica è particolarmente ricca di tannini idrolizzati che mimano l’attività della vitamina C.

Per molto tempo si è pensato che le potenzialità terapeutiche di questo frutto dipendessero dall'elevato contenuto di acido ascorbico e che, a causa della presenza di particolari tannini, questa non si ossidasse anche se il frutto veniva essiccato, mantenendo così invariate le sue capacità antiscorbutiche.

Per queste proprietà venne largamente utilizzata e vennero pubblicati innumerevoli articoli scientifici che ne esaltavano gli effetti dovuti alla presenza di elevate concentrazioni di acido ascorbico.

Ulteriori studi ne hanno evidenziato la proprietà di inibire la formazione di micronuclei, lo scambio tra cromatidi fratelli, la clastogenicità e la mutagenicità indotte da metalli quali piombo, alluminio, cadmio, nickel, cesio.

Altri studi hanno dimostrato anche proprietà anticlastogene nei confronti del 3,4-benzopirene.

Protegge dai danni indotti da radiazioni. Tutti questi risultati venivano spiegati con l'elevato contenuto di acido ascorbico.

Negli anni 90 vennero tuttavia pubblicati i resoconti di ricerche durate diversi anni secondo le quali l'Emblica non contiene acido ascorbico bensì una miscela di tannini idrolizzabili a basso peso molecolare.

Questi tannini sono risultati essere degli efficaci antiossidanti. Proteggono gli eritrociti dallo stress ossidativo indotto da asbesto, un generatore del radicale superossido, in modo più efficace della vitamina C.

Potenziano inoltre l'efficacia di quet'ultima riducendo l'acido diidroascorbico ad acido ascorbico.

I tannini inducono un aumento dell'attività degli enzimi antiossidanti ed una concomitante riduzione della perossidazione lipidica in alcune aree cerebrali.

Altri componenti inibiscono la replicazione virale. Altri studi indicano che il frutto incrementa le difese immunitarie, abbassa l'ipercolesterolemia ed è efficace nella terapia della pancreatite e come epatoprotettore

Dosaggio

La casa produttrice indica 1-2 capsule al giorno.

Naturomeds offre la disponibilità di questi selezionati prodotti garantendo grande qualità e accuratezza di preparazione.

Avvertenze
Consultare il proprio medico per ogni altra informazione.

Prima di assumere qualsiasi cosa è sempre indicato rivolgersi al proprio medico curante.

Alcuni riferimenti estratti studi scientifici

Ethnomedicinal practices of Kol tribes in Similipal Biosphere  Reserve, Orissa, India

Hypolipidaemic and antioxidant effect of Enicostemma littorale Blume aqueous extract in cholesterol fed rats

Vihas T. Vasua, Hiren Modia, Jyoti V. Thaikoottathila and Sarita Gupta

aM.S. University of Baroda, Faculty of Science, Department of Biochemistry, Vadodara, Gujarat 390002, India

Received 10 July 2004; 
revised 28 April 2005; 
accepted 4 May 2005. 
Available online 13 June 2005.

Abstract

Enicostemma littorale aqueous extract (1.5 g/100g body weight/day, p.o.) was administered to rats along with hypercholesterolaemic diet for 6 weeks and the hypolipidaemic and antioxidant effect was evaluated. Feeding cholesterol increased serum cholesterol, serum triglycerides, LDL, VLDL and decreased HDL levels as compared to normal diet fed rats. Enicostemma littorale treatment increased HDL levels and decreased serum cholesterol, triglyceride, LDL, VLDL, LDL/HDL ratio. In addition, treatment with the extract showed a decrease in activities of erythrocyte catalase, superoxide dismutase and lipid peroxidation levels, with an increase in reduced glutathione levels as compared to cholesterol fed untreated rats. Liver and kidney cholesterol levels and triglyceride levels were also decreased in Enicostemma littorale treated rats. Hepatic HMG CoA reductase activity was significantly reduced in the extract treated hypercholesterolemic rats. Lovastatin was used as a reference drug. The hypolipidaemic and antioxidant effect of Enicostemma littorale aqueous extract in cholesterol fed rats is being reported for the first time.

Keywords: Enicostemma littorale Blume; Hypolipidaemic; Antioxidant; Cholesterol fed

Riferimenti Pterocarpus marsupium

1: Rojo, J.P. (1972) Phanerog. Monogr. 5: 1-119 Pterocarpus (Leguminosae-Papilion..
2: Sanjappa, M. (1992) Legumes of India. Dehra Dun: Bishen Singh Mahendra...
3: Thothathri, K (1987) Taxonomic Revision of the Tribe Dalbergieae in the Indian...
4: Rudd, V.E. (1991) A Revised Handbook of the Flora of Ceylon 7: 108-381.
5: Du Puy, D.J. et al. (2002) The Leguminosae of Madagascar. RBG Kew.
6: Caius, J.F. (1989) The medicinal & poisonous Legumes of India. Jodhpur.
7: Terrell, E.E. (1977) Checklist of Names for 3, 000 Vas. Pl... Agric. Handbook No. 505
8: Huang, T.C. & Ohashi, H. (1977) In: Li, H.L. et al. (Eds.) Flora of Taiwan, Vol. 3: 148-421.
9: Sanjappa, M. (2000) Checklist of the Leguminosae in South Asia. Typescript
10: Shrestha, K.K. (1998) Revised checklist of the Legumes of Nepal (manuscript)
11: Pullaiah, T. & Ramamurthy, K.S. (2001) Flora of Eastern Ghats Vol. 2

Riferimenti Emblica officinale

Panda S, Kar A. Fruit extract of Emblica officinalis ameliorates hyperthyroidism and hepatic lipid peroxidation in mice. Pharmazie. 2003 Oct;58(10):753-5.
Indian Pharmaceutical Codex 1953 P.156 “Emblica” 
Zhang YJ, Nagao T, Tanaka T, Yang CR, Okabe H, Kouno I. Antiproliferative activity of the main constituents from Phyllanthus emblica. Biol Pharm Bull. 2004 Feb;27(2):251-5.
Jacob A, Pandey M, Kapoor S, Saroja R. Effect of the Indian gooseberry (amla) on serum cholesterol levels in men aged 35-55 years. Eur J Clin Nutr. 1988 Nov;42(11):939-44.
Arora S, Kaur K, Kaur S. Indian medicinal plants as a reservoir of protective phytochemicals. Teratog Carcinog Mutagen. 2003;Suppl 1:295-300.
Sabu MC, Kuttan R. Anti-diabetic activity of medicinal plants and its relationship with their antioxidant property. J Ethnopharmacol. 2002 Jul;81(2):155-60.
Scartezzini P, Speroni E.Review on some plants of Indian traditional medicine with antioxidant activity. J Ethnopharmacol. 2000 Jul;71(1-2):23-43.
Manjunatha S, Jaryal AK, Bijlani RL, Sachdeva U, Gupta SK.Effect of Chyawanprash and vitamin C on glucose tolerance and lipoprotein profile. Indian J Physiol Pharmacol. 2001 Jan;45(1):71-9.
Achliya GS, Wadodkar SG, Avinash KD. Neuropharmacological actions of panchagavya formulation containing Emblica officinalis Gaerth and Glycyrrhiza glabra Linn in mice. Indian J Exp Biol. 2004 May;42(5):499-503.
Bhattachary SK, Bhattacharya D, Muruganandam AV. Effect of Emblica officinalis tannoids on a rat model of tardive dyskinesia. Indian J Exp Biol. 2000 Sep;38(9):945-7.
Bhattacharya A, Chatterjee A, Ghosal S, Bhattacharya SK. Antioxidant activity of active tannoid principles of Emblica officinalis (amla). Indian J Exp Biol. 1999 Jul;37(7):676-80.
Khopde SM, et al.. Characterizing the antioxidant activity of amla (P. emblica) extract. Current Science 2001;81:185-190.
Ghosal S, Tripathi VK, Chauhan S. Active constituents of Emblica officinalis : Part 1. The chemistry and antioxidative effect of two new hydrolysable tannins, Emblicanin A and B Indian J Chem 1996;  35B:941-8
Bhattacharya A, Kumar M, Ghosal S, Bhattacharya SK. Effect of bioactive tannoid principles of Emblica officinalis on iron-induced hepatic toxicity in rats. Phytomedicine. 2000 Apr;7(2):173-5.
Chaudhuri RK. Emblica cascading antioxidant: a novel natural skin care ingredient. Skin Pharmacol Appl Skin Physiol. 2002 Sep-Oct;15(5):374-80.
Zhang YJ, Tanaka T, Iwamoto Y, Yang CR, Kouno I. Novel sesquiterpenoids from the roots of Phyllanthus emblica. J Nat Prod. 2001 Jul;64(7):870-3.
Zhang YJ, Tanaka T, Yang CR, Kouno I. New phenolic constituents from the fruit juice of Phyllanthus emblica. Chem Pharm Bull (Tokyo). 2001 May;49(5):537-40.
Bhattacharya SK, Bhattacharya A, Sairam K, Ghosal S. Effect of bioactive tannoid principles of Emblica officinalis on ischemia-reperfusion-induced oxidative stress in rat heart. Phytomedicine. 2002 Mar;9(2):171-4.
Rajak S, Banerjee SK, Sood S, Dinda AK, Gupta YK, Gupta SK, Maulik SK. Emblica officinalis causes myocardial adaptation and protects against oxidative stress in ischemic-reperfusion injury in rats. Phytother Res. 2004 Jan;18(1):54-60.
Al-Rehaily AJ, Al-Howiriny TA, Al-Sohaibani MO, Rafatullah S. Gastroprotective effects of 'Amla' Emblica officinalis on in vivo test models in rats. Phytomedicine. 2002 Sep;9(6):515-22.
Sairam K, Rao ChV, Babu MD, Kumar KV, Agrawal VK, K Goel RK. Antiulcerogenic effect of methanolic extract of Emblica officinalis: an experimental study. J Ethnopharmacol. 2002 Sep;82(1):1-9.
Anila L, Vijayalakshmi NR. Flavonoids from Emblica officinalis and Mangifera indica-effectiveness for dyslipidemia J Ethnopharmacol. 2002 Jan;79(1):81-7.
Anila L, Vijayalakshmi NR. Beneficial effects of flavonoids from Sesamum indicum, Emblica officinalis and Momordica charantia. Phytother Res. 2000 Dec;14(8):592-5.
Rege NN, Thatte UM, Dahanukar SA. Adaptogenic properties of six rasayana herbs used in Ayurvedic medicine. Phytother Res. 1999 Jun;13(4):275-91.
Xia Q, Xiao P, Wan L, Kong J. Ethnopharmacology of Phyllanthus emblica L.] [Article in Chinese][ Zhongguo Zhong Yao Za Zhi. 1997 Sep;22(9):515-8, 525, 574.
Bhattacharya A, Ghosal S, Bhattacharya SK. Antioxidant activity of tannoid principles of Emblica officinalis (amla) in chronic stress induced changes in rat brain. Indian J Exp Biol. 2000 Sep;38(9):877-80.
Suryanarayana P, Kumar PA, Saraswat M, Petrash JM, Reddy GB. Inhibition of aldose reductase by tannoid principles of Emblica officinalis: implications for the prevention of sugar cataract. Mol Vis. 2004 Mar 12;10:148-54.
Ganju L, Karan D, Chanda S, Srivastava KK, Sawhney RC, Selvamurthy W.Immunomodulatory effects of agents of plant origin. Biomed Pharmacother. 2003 Sep;57(7):296-300.
Nosal'ova G, Mokry J, Hassan KM.Antitussive activity of the fruit extract of Emblica officinalis Gaertn. (Euphorbiaceae). Phytomedicine. 2003;10(6-7):583-9.
Khanom F, Kayahara H, Tadasa K. Superoxide-scavenging and prolyl endopeptidase inhibitory activities of Bangladeshi indigenous medicinal plants. Biosci Biotechnol Biochem. 2000 Apr;64(4):837-40.
Biswas S, Talukder G, Sharma A. Protection against cytotoxic effects of arsenic by dietary supplementation with crude extract of Emblica officinalis fruit. Phytother Res. 1999 Sep;13(6):513-6.
Khandelwal S, Shukla LJ, Shanker R. Modulation of acute cadmium toxicity by Emblica officinalis fruit in rat. Indian J Exp Biol. 2002 May;40(5):564-70.

Sai Ram M, Neetu D, Deepti P, Vandana M, Ilavazhagan G, Kumar D, Selvamurthy W. Cytoprotective activity of Amla (Emblica officinalis) against chromium (VI) induced oxidative injury in murine macrophages. Phytother Res. 2003 Apr;17(4):430-3.

Garg AP, Muller J. Inhibition of growth of dermatophytes by Indian hair oils. Mycoses. 1992 Nov-Dec;35(11-12):363-9.
Polte T, Tyrrell RM.Involvement of lipid peroxidation and organic peroxides in UVA-induced matrix metalloproteinase-1 expression. Free Radic Biol Med. 2004 Jun 15;36(12):1566-74.
Reelfs O, Tyrrell RM, Pourzand C. Ultraviolet a radiation-induced immediate iron release is a key modulator of the activation of NF-kappaB in human skin fibroblasts. J Invest Dermatol. 2004 Jun;122(6):1440-7.
Biswas NR, Gupta SK, Das GK, Kumar N, Mongre PK, Haldar D, Beri S.Evaluation of Ophthacare eye drops--a herbal formulation in the management of various ophthalmic disorders. Phytother Res. 2001 Nov;15(7):618-20.
Chawla Y. Dubey P, Singh R, Nundy S, Tandon BN. Treatment of dyspepsia with Amalaki (Emblica officinalis Linn.)--an Ayurvedic drug. Ind. J. Med. Res. 76 (Suppi): 95 (1982).
Bose, B. C. et al.: Ind. J. Med. Sc. 15: 888 (1961).

Prima di assumere qualsiasi cosa è sempre indicato rivolgersi al proprio medico curante!  Leggere nella sezione fitoterapia, le informazioni relative al servizio di fitovigilanza http://www.farmacovigilanza.org/fitovigilanza/index.htm, le interazioni tra erbe e piante http://www.farmacovigilanza.org/fitovigilanza/interazioni/, le  piante di cui si ritiene contro-indicazione assoluta all'impiego, le famiglie di piante pericolose o vietate e altre informazioni.

Ecco i prezzi indicati dal produttore

->Glucolo 60 pillole US$ 49.95 1 mese (31 euro circa), 120 pillole US$ 89.95 due mesi (56 euro circa), 180 pillole US$ 109.95 3 mesi (69 euro circa), 360 pillole US$ 149.95 6 mesi (94 euro circa)
Informazioni su Anagen.net  | Pubblicità su Anagen.net  |  Privacy PolicyLegal Disclaimer | Consigli per una corretta visualizzazione
Comunica questo sito ad un tuo amico

Copyright Anagen.net