ASTAXSANTHIN 4 MG
Integratore antiossidante con astaxantina
->Home Page Anagen.net ->Alimentazione ->Radicali liberi
 
->Modulo di ordinazione Astaxsanthin 4 mg Longlife Shopping

Astaxantina

->Astaxanthin Integratore di Axantina 30 perle € 16.99

Astaxanthin 4mg (con BioAstin®: astaxantina 4 mg  e altri carotenoidi presenti in tracce: cantaxantina 0,072 mg, beta-carotene 0,064 mg, luteina 0,040 mg;  d-alfa tocoferolo, ossia vitamina E, 10 mg; altri ingredienti olio di semi di girasole, perla di gelatina e glicerolo).

Attività principali: protezione cutanea, fotoinvecchiamento (photoaging), cataratta, degenerazione senile della macula, attività cardioprotettiva.

L’astaxantina è un carotenoide diffuso in particolare nell’ambiente acquatico e marino.

E’ un pigmento prodotto infatti da alghe e plancton che sono alla base dell’alimentazione di crostacei, salmoni, trote ed è quello che conferisce il colore rosato e rosso a questi ed altri animali. In particolare l’astaxantina (e gli alri carotenoidi in tracce) di questo integratore derivano dall’estratto secco della microalga Haematococcus Pluvialis che rappresenta la fonte di più facile reperimento di astaxantina in natura.

L’astaxantina ha rivelato in numerosi studi di possedere una forte attività antiossidante ritenuta maggiore di quella della vitamina E e del beta-carotene e in grado quindi di apportare benefici contro i danni generati dall’ossidazione dell’organismo.

In particolare è stata rilevata un’azione protettiva contro i danni causati dai raggi UV (ultravioletti) della luce solare che portano alla produzione di radicali liberi e ossigeno singoletto.

Proprio per la protezione da questo tipo di ossidazione, i tessuti cutanei presentano alte concentrazioni di carotenoidi. In alcune ricerche l’astaxantina ha mostrato un’azione più efficace di quella del beta-carotene e della luteina nel proteggere dalla fotossidazione lipidica prodotta dai raggi UV.

Numerosi son poi gli studi che indicano come i carotenoidi, in particolare luteina e zeaxantina possano contrastare lo sviluppo della cataratta e della degenerazione senile della macula.

Questi pigmenti sono simili all’astaxantina e sono entrambi presenti ad alte concetrazioni nella macula dell’occhio, mentre l’astaxantina non è stata isolata nell’occhio umano, tuttavia studi in vivo con somministrazione di astaxantina hanno mostrato che questa molecola è in grado di oltrepassare la barriere ematoencefalica e, come la luteina, di depositarsi nella retina dei mammiferi.

I fotorecettori della retina degli animali nutriti con astaxantina hanno mostrato un minore danno da raggi UV e un rigenerazione più rapida rispetto agli animali cui non è stata somministrata astaxantina.

L’astaxantina è trasportata nel sangue dalle lipoproteine VlDL, LDL e HDL.

Uno studio clinico e uno in vitro hanno mostrato protezione dall’ossidazione del colesterolo LDL con astaxantina somministrata per 2 settimane alla dose di 3,6 mg/die, mentre test sugli animali hanno mostrato anche l’aumento del cosiddetto colesterolo “buono”, quello HDL.

Nel campo della lotta ai tumori l’astaxantina mostra un effetto protettivo contro il cancro alla vescica, riducendo quello indotto chimicamente sui mammiferi.

Sui topi si è verificata la riduzione di tumori alla bocca e al colon grazie alla somministrazione di astaxantina e altri studi registrano buoni risultati sul tumore alla prostata e alla mammella.

Anche la risposta immunitaria viene innalzata con la somministrazione di astaxantina come si è dimostrato in alcuni studi sia in vivo che in vitro su animali.

In vitro si è potuta constatare la produzione di anticorpi con cellule della milza di topo e il ripristino parziale dell’immunità umorale in topi anziani.

Altri studi evidenziano un’attività immunostimolante dell’astaxantina sulla proliferazione delle cellule del sistema immunitario, mentre studi su cellule ematiche umane hanno evidenziato una maggiore produzione di immunoglobuline in risposta a stimoli T-dipendenti indotti dall’astaxantina.

Dosaggio: 1 perla al giorno da prendere con acqua o con una bevanda preferibilmente durante un pasto

Biodisponibilità: è ritenuta elevata dal momento anche tenendo conto che l’astaxantina è sia lipofila che idrofila e risulta oltrepassare la barriera ematoencefalica.

Controindicazioni: non assumere in gravidanza e durante l'allattamento.

Informazioni su Anagen.net  | Pubblicità su Anagen.net  |  Privacy PolicyLegal Disclaimer | Consigli per una corretta visualizzazione
Comunica questo sito ad un tuo amico

Copyright Anagen.net