L'ORGANIZZAZIONE DELLA FARMACIA DOMESTICA
 
->Home Page Anagen.net ->Salute generale ->Salute in viaggio i farmaci quando si parte

Ognuno dovrebbe avere pronto all'utilizzo un insieme di farmaci e di medicamenti pronti per l'utilizzo in caso di emergenza.

Prima dell'uso bisogna ricordare di evitare qualsiasi farmaco o prodotto a cui si potrebbe essere allergici o il cui uso sulla propria persona non è indicato e a tale scopo è opportuno sempre colloquiare con il proprio medico.

Sarebbe utile organizzare anche un insieme di prodotti da utilizzare in caso di mobilità, quale può essere un viaggio in Paesi o posti lontani dalla propria residenza o anche da portare in automobile.

In ogni famiglia e in ogni ambiente frequentato come uffici, circoli ecc. in qualunque momento, può succedere un incidente, per cui è necessario prestare immediatamente i primi soccorsi.

Per questo è indispensabile avere un armadietto farmaceutico che contenga quanto serve allo scopo.

Il contenuto dell'armadietto deve permettere non solo di effettuare interventi semplici, ma anche di compiere le operazioni necessarie in attesa del medico.

 

FARMACIA DOMESTICA

ovvero ciò che sarebbe bene avere in casa

ANTIBIOTICI

- per uso generale (farsi sempre consigliare dal Medico)

- per uso locale (sulla pelle)

ANTIDIARROICI

ANTIFEBBRILI

ANTIREUMATICI e ANTIDOLORE (in genere)

ANTISPASTICI (nelle coliche)

ANTIVOMITO

CACHETS e COMPRESSE ANTIDOLORE (mal di testa, di denti, mestruazioni, ecc.)

COLLIRI

(quelli antibiotici e cortisonici li deve prescrivere solo il Medico)

COLLUTTORI PER IL CAVO ORALE

ANTISETTICI - DISINFETTANTI

Gli antisettici servono a distruggere i batteri che possono introdursi in una ferita.

Devono essere applicati localmente sulla pelle, dopo che questa è stata lavata con acqua abbondante e sapone neutro.

Un buon antisettico deve avere la proprietà di distruggere i batteri, senza essere tossico ne provocare reazioni alLergiche e deve essere stabile per essere conservato sufficientemente a lungo senza perdere le sue caratteristiche.

Alcuni antisettici:

Antisettici non consigliati:

GOCCE AURICOLARI (mal d’orecchie)

GOCCE e SPRAY NASALI

LACCI EMOSTATICI

almeno 2, di gomma
almeno 2, di tela

MATERIALE occorrente PER MEDICAZIONI e MANUALITA’

CEROTTI (di vari tipi)
CEROTTI medicati (di varie dimensioni)
COTONE IDROFILO
COTONE di GERMANIA (per imbottiture)
COTONE EMOSTATICO (da usare solo quando non se ne può fare a meno)
FASCE (di garza e di tela)
FASCE ELASTICHE (di varie misure)
FORBICI (almeno 1 paio a punte arrotondate)
GARZE (cm 10 x 10 e cm 5 x 5, ripiegate e non)
GINOCCHIERA
GOMITIERA
CAVIGLIERA
POLSIERA
RETELAST
SIRINGHE sterili
PERETTA per clisteri
PERETTINA per orecchie
TERMOMETRO

Questi strumenti (forbici, pinzette e termometro) devono essere disinfettati con alcol a 70° dopo ogni utilizzazione. Bende, garze e cerotti vanno tenuti puliti e in ordine. I cerotti devono essere anallergici.

POMATE e CREME ANTIALLERGICHE

POMATE e CREME CORTISONICHE (con o senza antibiotici)

(da usarsi, soltanto dopo consultazione del Medico , nelle irritazioni cutanee in genere)

POMATE e SUPPOSTE ANTIEMORRIDARIE

SCIROPPI e GOCCE per la tosse

TALCO MENTOLATO

TONICI del circolo periferico e del cuore (per collassi, svenimenti, malesseri in genere)

E’ utile, inoltre, tenere in casa:
- una scatola di fiale antiemorragiche
- supposte e pillole antivertiginose
- gocce, capsule e compresse di un “tranquillante“
- pillole di un sonnifero non barbiturico

Il paracetamolo e l'acido acetilsalicilico possono essere utili in molti casi (accessi di febbre, dolori, ecc.).

Ai bambini, il paracetamolo deve essere somministrato in dosi pediatriche.

Lo stesso disaggio usato per gli adulti potrebbe provocare gravi effetti tossici.

ALCUNI FARMACI DA VIAGGIO

Dopo aver valutato se affidarsi o meno ad un’assicurazione sanitaria privata durante il viaggio è bene preparare con attenzione la propria piccola cassetta del pronto soccorso da portare in vacanza.

Innanzitutto coloro che seguono una terapia medica cronica devono portare un’adeguata scorta di medicinali (ad es. antidiabetici, antipertensivi, antiepilettici, antianginosi, anticoncezionali ecc.) che copra in eccesso il periodo di tempo in cui si troveranno lontani da casa.

Infatti, in special modo quando ci si reca all’estero, può essere difficile se non impossibile riuscire a reperire il particolare farmaco di cui si necessita.

Per precauzione è comunque consigliabile portare insieme ai medicinali abituali anche una prescrizione del medico curante in cui sia annotato, oltre al nome commerciale del medicinale, anche il nome e la quantità di principio attivo contenuto in quel particolare prodotto: in questo modo, in caso di necessità, anche se quel particolare farmaco non è commercializzato nel Paese destinazione del nostro viaggio è almeno possibile ricorrere temporaneamente ad un preparato equivalente.

I FARMACI CHE SI ASSUMONO ABITUALMENTE, in dosi sufficienti per coprire l'intero periodo della vacanza
UN ANTIDIARROICO sintomatico per ridurre i disagi dati da probabili attacchi di diarrea del viaggiatore
UN ANTIACIDO per tamponare un'eventuale iperacidità allo stomaco dovuta a cambiamenti di dieta
UN ANTICINETOSICO (nausea) per i problemi di aereo, nave o auto, sotto forma di cerotti, compresse o chewing-gum
ANTIDOLORIFICI a base di ibuprofene, paracetamolo, acido acetilsalicilico, etc utili come antiinfiammatori e antipiretici
ANTISPASTICI E ADSORBENTI INTESTINALI contro crampi e dolori dell'addome
UN LASSATIVO in caso di stitichezza data da cambiamenti del regime alimentare
ANTISTAMINICI in compresse e pomate per punture di insetti, eritemi ed eczemi, allergie da contatto, alimentari, etc. valutare con il proprio medico se, eventualmente, portare anche del cortisone per episodi più gravi
GEL O POMATA ANTIINFIAMMATORIA per ridurre il dolore in caso di strappi o infiammazioni muscolari
CREMA ANTI SCOTTATURE
UN COLLIRIO ad azione decongestionante o rinfrescante
UN ANTI INFIAMMATORIO ad uso orale, meglio se già utilizzato in passato in modo da conoscerne dosi e risposta del proprio organismo, utile per mal di testa, mal di denti, dolori alla schiena, etc.
FARMACI PER DISTURBI DIGESTIVI (bruciore, cattiva digestione e senso di pesantezza, gonfiore, etc.
FERMENTI LATTICI (meglio se stabili a temperatura ambiente) per prevenire dissenteria e prodotti per il trattamento acuto in grado di bloccare l’episodio di diarrea
TERMOMETRO
 
A seconda della destinazione può essere utile un repellente per insetti ed un prodotto da applicare in caso di puntura.
 
Valutare con il proprio medico un antibiotico a largo spettro per eventuali infezioni.
 
E se la destinazione è un Paese caldo o con condizioni igienico-sanitarie a rischio?
Prima di affrontare un viaggio che ci conduca in uno di questi Paesi è necessario, con congruo anticipo, informarsi sulla situazione epidemiologica ed ambientale della zona e farsi consigliare dal medico l’eventuale idonea profilassi farmacologica e vaccinale.
 
Oltre ai farmaci sopra elencati potrebbe rivelarsi utile portare con sé anche: sali per la reidratazione, disinfettanti per l’acqua potabile, disinfettanti per le vie urinarie, farmaci antibatterici specifici per l’intestino, fermenti lattici oltre naturalmente a qualsiasi altro medicinale il medico ci prescriva (ad es. farmaci antimalarici se la zona è a rischio) o ci consigli di portare con noi.
Durante il viaggio è fortemente raccomandabile non mettere i farmaci in valigia ma nel bagaglio a mano perché in questo modo, anche in caso di smarrimento dei bagagli, oltre ad eliminare il rischio di dover eventualmente interrompere una terapia medica cronica si è sicuri di poter disporre in qualsiasi momento, se necessario, della propria “farmacia da viaggio”. Inoltre è importante tenere presente che alcuni farmaci risentono delle alte temperature per cui, in questo caso, ci si deve premunire di appositi contenitori che proteggano questi prodotti da possibili shock termici.
 
E’ consigliabile sciogliere eventuali dubbi riguardo all’utilizzazione dei farmaci che si portano in viaggio chiedendo, prima della partenza, delucidazioni al proprio medico; è comunque buona norma fare attenzione a conservare sempre nelle confezioni dei farmaci i foglietti con le istruzioni per l’uso per poterli consultare ogniqualvolta se ne presenti la necessità.
 
Vedere anche l'articolo apposito dei farmaci da viaggio.

ALCUNI FARMACI DA PORTARE NELLO ZAINO IN CASO DI ESCURSIONI TREKKING

La preparazione dello zaino ovviamente va affrontata con differenti approcci in funzione delle diverse escursioni.

Nello zaino non possono mancare i medicinali assunti regolarmente in quantità sufficiente a garantire la continuità della terapia.

Sia che si tratti di una breve passeggiata che di un trekking lungo ed impegnativo è consigliabile sempre portare nello zaino dei cerotti antivesciche a base di idrocolloidi per alleviare il dolore della vescica e creare una protezione meccanica tale da consentire la prosecuzione del cammino.

Molto utili possono risultare anche delle salviette disinfettate monouso, utili in caso di escoriazioni e per la pulizia di piccole ferite, prima di coprire con cerotto e/o garza.

E’ consigliabile portare con sé una pomata antinfiammatoria molto utile a lenire i dolori del muscolo poco allenato.

Indispensabile è pure uno stick di ammoniaca da applicare subito dopo una puntura di insetto.

Per non trovarsi impreparati in caso di morso di vipera è vivamente raccomandato un kit succhiaveleno per ridurre la diffusione del veleno al sangue e allungare i tempi del soccorso.

Per le escursioni in alta quota o ghiacciaio non possono mancare creme solari ad alta protezione e stick labbra con schermo totale.

ALTRE CONSIDERAZIONI SULL'ORGANIZZAZIONE DELLA FARMACIA DOMESTICA

Molto spesso i farmaci vengono conservati in maniera scorretta, vengono gettate le istruzioni per l'uso o la confezione originale o non si controlla la data di scadenza.

Spesso si tende a lasciare i farmaci sparsi qua e là, ad esempio in cucina o in bagno, nei cassetti o in armadietti vari.

È preferibile invece conservare i medicinali in un unico posto, ad esempio in un apposito armadio o in una scatola chiusa, al riparo dall'umidità o da eventuali sbalzi di temperatura.

Bisogna sempre scegliere un posto fuori dalla portata dei bambini.

Esistono anche medicinali da conservare in frigorifero ma questo è indicato eventualmente sulla confezione.

Si consiglia di tenere separati i farmaci per bambini da quelli per adulti, in modo da trovarli più facilmente in caso di urgenza.

È buona abitudine anche tenere insieme tutto il materiale di pronto soccorso necessario a fasciature, ad esempio cerotti, disinfettante, ovatta e garze sterili, ghiaccio istantaneo.

I farmaci vanno conservati nella loro confezione originale, insieme al foglio illustrativo.

In questo modo potrete controllare la data di scadenza del medicinale e chiarire eventuali dubbi riguardanti modo e dosi di somministrazione.

È necessario infatti seguire sempre le istruzioni d'uso o le indicazioni del medico curante.

E per finire, è importante controllare regolarmente la propria farmacia "domestica" per scartare medicinali scaduti o che non si utilizzano più e procedere a sostituirli con quelli nuovi.

Bisogna tenere presente però che i farmaci da eliminare sono rifiuti speciali: non vanno dunque gettati come rifiuti generici, ma sono da riportare in farmacia.

Un farmaco deve essere preso soltanto dietro prescrizione medica , l'automedicazione presenta più rischi che vantaggi.

 
Informazioni su Anagen.net  | Pubblicità su Anagen.net  |  Privacy PolicyLegal Disclaimer | Consigli per una corretta visualizzazione
Comunica questo sito ad un tuo amico

Copyright Anagen.net