EIACULAZIONE PRECOCE TUTTE LE INFORMAZIONI

->Home Page Anagen.net ->Salute generale ->Salute dell'uomo ->Humor di Naturdieta

Eiaculazione precoce è la condizione per cui un uomo è incapace di esercitare un controllo volontario sul suo riflesso eiaculatorio, per cui, una volta eccitato sessualmente, raggiunge l’orgasmo prima della sua partner nella maggior parte dei coiti, con qualsiasi partner e qualsivoglia tipo di coito; può avvenire addirittura prima della penetrazione: (ante-portas) o immediatamente dopo (post-portas).

Man Plus integratore per la salute maschile

Per parlare di eiaculazione precoce, l'anomalia deve causare notevole disagio o difficoltà interpersonali.

Tale condizione di precocità è vissuta spesso dalla partner come sintomo di egoismo, freddezza del partner che non vuole soddisfarla adeguatamente.

Non esiste un criterio preciso per definire quand'è che si possa parlare di vera e propria eiaculazione precoce, perché non esiste un tempo stabilito a priori che un uomo dovrebbe "durare".

Alcuni ricercatori prendono come punto di riferimento, per poter parlare di eiaculazione precoce, il fatto che l'uomo non sia in grado di trattenersi in modo tale che la donna sia soddisfatta in almeno il 50% dei casi.

Anche questo criterio, comunque, è estremamente discutibile, in quanto occorre valutare le capacità orgasmiche della donna.

In ogni caso si può dire che è certamente eiaculatore precoce colui che ha l'eiaculazione dopo una manciata di spinte coitali (5-10) o addirittura prima ancora di introdurre il pene in vagina.

La maggior parte dei giovani maschi impara a ritardare l'orgasmo con l'esperienza sessuale e con l'età, ma alcuni continuano ad eiaculare precocemente e possono cercare aiuto per il proprio disturbo.

Alcuni maschi che interrompono l'assunzione regolare di alcool possono sviluppare l'eiaculazione precoce, dal momento che facevano affidamento, per ritardare l'orgasmo, sull'assunzione di alcolici, invece di apprendere strategie comportamentali.

Tra le cause organiche annoveriamo:

Tra le cause psicologiche vanno sicuramente segnalate l’ansia, la conflittualità verso il partner, l’abitudine e la rivalità.

Il primo esame per accertare e studiare l’effettiva presenza di eiaculazione precoce è il Viricare test o test di fallovibrazione:

viene effettuata una microiniezione nel pene a base di farmaci vasodilatatori che inducono l’erezione, dopodiché il pene viene appoggiato su una piccola piattaforma vibrante che registra il numero di vibrazioni necessarie per indurre l’eiaculazione (Viri-care test).

Quando l’eiaculazione avviene in pochissimi minuti probabilmente la causa è di tipo organico.

Una parte del liquido seminale verrà prelevata per effettuare una Spermiocoltura atta a stabilire se vi sono delle infezioni in atto delle vie seminali.

Successivamente viene eseguita una Valutazione Neuroandrologica che consiste nell’esecuzione di due esami specifici che sono:

Se la causa è psicologica la terapia dovrà essere indicata da un sessuologo/psicologo.

Se le cause sono organiche, oltre alle terapie a base di creme desensibilizzanti locali, segnaliamo la terapia chirurgica : si tratta di un’operazione sicura diretta ad eliminare l’esagerata sensibilità del pene senza agire sui grandi fasci nervosi in modo tale da non far perdere la normale sensibilità peniena.

E’ un intervento semplice e non doloroso che viene effettuato in anestesia locale e dura circa 50 minuti. In pratica dopo avere anestetizzato il pene si elimina una parte del prepuzio (circoncisione) e si incidono le ramificazioni periferiche sottoglandulari del nervo dorsale del pene, quelle che vanno a finire sotto il glande e responsabili dell’iper eccitabilità.

Vengono anche cauterizzate le altre piccole diramazioni presenti tra il frenulo e il glande.

Al termine dell’intervento viene applicato intorno al pene un bendaggio che bisogna mantenere per qualche giorno che evita la formazione di eventuali ematomi locali e lo protegge da eventuali traumi e infezioni.

Trascorso tale periodo bisognerà disinfettare la ferita una volta al giorno ed applicare una crema antibiotica atta a prevenire appunto eventuali infezioni.

Trascorsi 30 giorni dall’intervento l’uomo potrà gradualmente riprendere la sua normale attività sessuale e constatare l’avvenuto netto maggior controllo dell’eiaculazione, che avverrà pienamente dopo 2-3 mesi dall’intervento.

Se oltre a qualche problema di durata si ha anche qualche disturbo di erezione, è possibile chiedere all'andrologo se è il caso di utilizzare un aiuto farmacologico.

Secondo una ricerca pubblicata sull'International Journal of Clinical Practice, condotta su individui che non riuscivano a "durare" più di quattro minuti, il farmaco Vardenafil (Levitra), può raddoppiare e in alcuni casi addirittura triplicare i tempi.

Il prodotto Humor, magistrale integratore naturale, sempre della ottima Wonderup Naturedieta, è studiato per la sfera ansioso-depressiva e sembra aver avuto effetti sorprendenti anche nel calo del desiderio sessuale e nell'eiaculazione precoce.

Se si guarda ai farmaci, Il farmaco usato (sotto controllo del medico) per l'eiaculazione precoce è il Priligy ® (marchio registrato) (dapoxetina).

Prodotto interessante è anche Last Longer.

Vedere anche la sezione profilattici, gel lubrificanti, stimolanti, ritardanti e per massaggi, anelli vibranti e vibratori.

Letture consigliate

SUPERARE L'EIACULAZIONE PRECOCE
Metz & McCarthy
Ed. it. a cura di D. Dèttore e G. Melli

Prima di assumere qualsiasi cosa è sempre indicato rivolgersi al proprio medico curante.

 
Informazioni su Anagen.net  | Pubblicità su Anagen.net  |  Privacy PolicyLegal Disclaimer | Consigli per una corretta visualizzazione
Comunica questo sito ad un tuo amico

Copyright Anagen.net